44
Rispondi

21 Discussioni
23 Risposte
2 Abbonati
 
Commento con più reazioni
Discussione più calda
22 Autori dei commenti
James71poettodallastellaallastallamiriorchabal Autori di commenti recenti
  Sottoscrivi  
Notifica per
Doc Holiday
Utente

Siamo tutti potentemente incazzati, quindi le critiche direi che sono inevitabili e del tutto comprensibili. Lasciatemi fare però una considerazione, mi sembra di trovare più commenti sul sito quando c’è da criticare che quando c’è da rallegrarsi, e questo mi sembra sinceramente strano. Per la serie…se volete scrivere scrivete sempre, altrimenti preferiamo raccontarcela sempre e soltanto tra i soliti venti belinoni…

dallastellaallastalla
Staff

Niente di strano. É sempre stato così. Purtroppo gli imbecilli sguazzano nella merda, ed il mondo ne è pieno (di imbecilli).

oldblucerchiato
Utente storico

Non so come commentare. Mi limito a considerare che abbiamo segnato 36 reti in 19 gare, una media quasi di due reti a gara e che troppe volte non sono bastate neanche a farci pareggiare. Quando hai un Quaglia che ne fa 12, uno Zapata che ne fa 6, un Caprari 4, un polacco 4 e Gaston + Alvarez 3, ovvero tutto il reparto davanti ti segna 29 reti quaklcosa nel delicato equilibrio dei meccanismi difensivi (che iniziano già a centrocampo) è saltato, considerando che individualmente non abbiamo giocaotri scarsi. Non so… sembra che al di la di qualche sconfitta ingiusta, dopo il 3-2 sulla juve abbiamo preso imbarcate di reti pur segnando molto, ma perdendo in lucidità e velocità. Forse è bene che arrivi la sosta ( e con essa anche eventuali cessioni di qualcuno che sa di essere sul piede di partenza e per motivi diversi si sente demotivato. Recuperiamoci un po’ tutta la rosa e giochiamo nuovanente per divertirci. Noi tifosi incazziamoci si..ma non oltre…abbiamo 30 punti e la possibilità di toglierci qualche soddisfazione. Passerà questo lungo e strano periodo di involuzione. Sul Benevento io dico che nonostante abbia 7 punti soltanto non è la squadra derelitta che si potrebbe pensare: ha perso molte partite all’ultimo momento e alcune le meritava di vincere. Io non l’avevo neanche messa fra le retrocedende e non mi stupirei se dovesse ripetere il campionato del Crotone. Sul nostro secondo tempo non dico nulla. Come direbbe la spia famosa del film : “Servirebbe”?

hoffenheim
Utente

Il vantaggio ottenuto solo alla fine del primo tempo poteva essere l ‘inizio di una gara vincente, anche se non entusiasmante. La ripresa giocata inspiegabilmente sottotono, contemporaneamente alla crescita agonistica degli avversari, ci ha portato una sconfitta meritata quanto abbbastanza imprevedibile.
Il Benevento ha messo in mostra corsa, grinta e capacità tecnico – tattiche di disreto livello e, a mio parere potrà portare a casa altre vittorie.
Le prossime gare ci diranno se potremo tornare ai migliori livelli visti quest’anno.
Peccato aver lasciato punti “facili” per strada, dato che il cammino di molte avversarie non è stato finora travolgente.
Oggi ho visto diversi giocatori decisamente sotto tono, ma anche se mi verrebbe voglia di farlo, non voglio parlare dei singoli.
Forza ragazzi! Ad maiora!

dallastellaallastalla
Staff

Io resto della mia idea. Tutte le altre squadre corrono e menano: tutte. Noi giochicchiamo (a volte benissimo). Le emozioni non ci sono, le palle non ci sono. Gli unici che giocano anche un po’ di cuore e gambe sono Ramirez e Quagliarella. Gli altri non vorrei che si sentissero sempre come ad uno scalo…

vivoxlei
Utente

premetto che non ho visto la partita, ma se facciamo un discorso generale, anche se si trova in attesa di coincidenza, metterei torreira.
Forse poi sarà un caso ma da quando manca Linetty …..
Quello che ho notato è che con la nuova gestione, mancano le informazioni sull’entità degli infortuni. Questo vale per Linetty, ma anche per Zapata, ma anche nelle stagioni scorse…. poi uno si domanda perché non giocano.

dallastellaallastalla
Staff

Fanno benissimo a non essere dettagliati nella descrizione degli infortuni.

chabal
Utente storico

Ecco.Pensiero più razionale del mio(un po’ sotto)MA lo faccio anche mio.Ho forse esagerato ma sono incaxxato nero ed è passato un giorno…
LAVORARE!!!

mirior
Utente

Probabilmente hai ragione, però in quasi tutte le squadre a parte le prime della classe, i giocatori potrebbero sentirsi come ad uno scalo, ma sinceramente non vedo scene come quelle che si vedono da noi (negli ultimi anni siamo stati abbastanza costanti nel fare dei finali di stagione imbarazzanti). Un esempio su tutti l’Atalanta: ha giocatori in prestito dalle grandi e già promessi (quindi certi di andarsene), ha gente che ha spinto e fatto di tutto per andarsene (salvo poi rimanere), ma mi sembra che le palle ce le mettano.
Sinceramente non so spiegarmi questa situazione, che ormai abbiamo visto un po’ troppo spesso.

Jeko
Utente

Figuraccia a parte, incazzatura inevitabile, la storia ci dice che le matricole ci sono sempre state indigeste, soprattutto fuori casa. Preoccupano lo stato di (non) forma di alcuni giocatori chiave e l’apporto non sempre all’altezza delle seconde linee. E Forza Samp!!!

Euro-Sir
Staff

Lungi da me cercare giustificazioni inesistenti per la figuraccia di ieri, però vorrei fare una piccola riflessione: mettiamo a confronto il fallo di Hysaj su Ramirez a Napoli e quello di Sala su D’Alessandro ieri…
Solo io penso che forse i cartellini avrebbero dovuto essere invertiti (o quantomeno avrebbe dovuto esserci un rosso anche a Napoli)?

chabal
Utente storico

Presi a pallonate per un tempo da una squadra che vale quanto il cartellino di Praet.COMPLIMENTI.
Ora Giampaolo parla di testa…bè se non ci pensa,o ci ha pensato lui,in questo mese che avevamo tutte le “carte” a favore per meritarci un posto in alta classifica chi ci deve pensare???Testa.che non riesco a capire vabbè.
Capisco e vedo una condizione atletica imbarazzante.Barreto fermo che più fermo non si può,gli altri sulle ginocchia.Salvo Quagliarella sempre sul pezzo.
Si può rimediare con lavori idonei o è fatica?
Mi spiace moltissimo aver cambiato così tanto la mia opinione sulla squadra in così poco tempo MA occhio a sottovalutare la situazione perchè ci siamo già passati…e non andò a finire benissimo…
LAVORARE!

AVANTI SAMPDORIA

Euro-Sir
Staff

Anche io non riesco a capire, ma il mio è un discorso generale. Non riesco a capire cosa significhi nel calcio la “testa”. Sarà che ho sempre giocato a livelli infimi, però a livello di atteggiamento tutte le squadre in cui ho giocato approcciavano ogni partita nello stesso modo… Poi eravamo grammi e perdevamo, ma non so cosa si intenda per “problema di testa”.
O uno è concentrato o non lo è… Ma non credo proprio che 11 giocatori su 14 (quelli scesi in campo a Benevento) si caghino addosso quando giocano fuori casa o si sentano tanto superiori da pensare di aver già vinto senza giocare.
Anche perchè noi abbiamo avuto giocatori manifestamente superiori che avrebbero potuto permettersi un atteggiamento del genere o avrebbero potuto tirare indietro la gamba se intimiditi in certe trasferte, mentre invece più l’ambiente era ostile e più si esaltavano… Ricordo Vialli e il suo “quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare”… Ma non occorre essere un fenomeno come Vialli per mettere in campo le palle, anche giocatori molto meno forti hanno sopperito con il furore agonistico a limiti tecnici, fisici e periodi di appannamento atletico.
Boh, proprio non capisco. Sarò strano io.

Geco
Utente

Le due grandi novita’ nel nostro gioco quest anno sono arrivate con strinic e zapata. Con il primo abbiamo iniziato ad attaccare per via esterna. Con il secondo, rispetto a Muriel abbiamo radicalmente cambiato il nostro gioco d’attacco. Non e’ un caso che con il calo o con l’assenza di questi due giocatori la Sampdoria assomigli alla sorella cessa della gran figa vista in diverse partite di questa stagione. Le prime due partite del girone di andata abbiamo preso 6 punti ma siamo stati brutti come il peccato. Non sempre va bene. Se e Quando ritroveremo questi due nella loro miglior forma ritroveremo secondo me la miglior Sampdoria

Doc Holiday
Utente

Euro, non sono d’accordo con te, ma d’accordissimo: Noi giocavamo alla morte sui campetti dei tornei e non capisco proprio che cazzo di motivazioni debbano trovare questi oltre allo stipendio che percepiscono.
Sta storia della testa non ha né capo né coda, gioca dando tutto quello che hai e poi vediamo, altrimenti lo stipendio non te lo pago più, niente di più semplice visto che parliamo di professionisti.
Io troverei più realistico parlare di condizione o, in alcuni casi, di rigidità del modulo, fermi restando i limiti tecnici di alcuni giocatori di cui oramai sappiamo da anni.
Io stimo molto Giampaolo, anche e soprattutto come persona, ma bisogna riconoscere che con una visione un po’ più realistica delle situazioni in campo qualche punto in più avremmo potuto portarcelo a casa.

uber
Utente storico

Guarda Euro, io non so se si sentono davvero superiori a certe squadre, ma il dubbio mi è venuto molte volte quest’anno.
Ogni volta che scendiamo in campo in trasferta (e alcune volte pure in casa), mi sembra che si limitino al compitino, che siano convinti basti girare al minimo per portarla a casa.
Guardati l’esultanza dopo il gol di sabato. Non festeggia nessuno. Pure Caprari, che avrà fatto si e no 10 gol in serie A in carriera, si comporta come se avesse segnato ai monti pallidi il 30 luglio.
Pensano di fargliene altri 2 nel secondo tempo senza sudare.
Poi, naturalmente, c’è tutto il discorso sulla condizione fisica attualmente molto deficitaria, e sull’impostazione difensiva che è stata il tallone d’achille durante tutto il girone, anche quando le cose andavano bene.
Però basterebbe un atteggiamento diverso per evitarsi certe figure…

mirior
Utente

Sono completamente d’accordo, aggiungo però che prima di prendere il gol del pareggio, loro hanno preso due legni, se quello non è bastato a far “scattare l’allarme” la cosa è ancora più grave. Perché se sei sceso in campo convinto di farne altri due, nel momento in cui non li fai e loro prendono una traversa e un palo, forse ti devi più che svegliare!!!
Sull’impostazione difensiva non so che dire, dovrebbe essere l’aspetto su cui l’allenatore lavora di più, ma non ci siamo proprio.

pieruggio
Utente

Un grazie ai tifosi che hanno portato da Genova, un pezzo di Gradinata Sud dalle nostre parti. E’ stato magnifico passare un pomeriggio insieme ad urlare

elsevillano
Utente

Incazzato si, deluso tanto ma…diciamocela tutta: non ci dovrebbe stupire una figura di merda del genere.

Bene o male in ogni campionato incappiamo in prestazioni che ci fanno toccare il fondo….

Ora però ben venga la sosta e alla ripresa rialziamo la testa e facciamo vedere chi siamo! Forza Doria

poetto
Staff

credo sia la prima volta in tanti anni che mi capita di vedere come un gol segnato un secondo prima dell’intervallo sia stato una doccia fredda per chi lo ha segnato e una scossa per chi lo ha subito.
temevo molto questa partita, le frasi di Giampaolo in conferenza sulle motivazioni che devono scendere in campo e non la classifica suonerebbero banali e di routine se dette da altri allenatori ma dette da lui le ho viste come un campanello d’allarme e purtroppo non sbagliavo. Questo periodo dell’anno è per qualche strano motivo tremendo per le squadre allenate da mister come il nostro (e se ci fate caso anche per squadre allenate da allenatori “simili” come Zeman o Sarri, che da un mese si tiene a galla grazie ad arbitraggi discutibili), speriamo di uscirne presto ma deve rimettersi in moto la testa ben prima delle gambe.