i-nostri-ragazzi

Capitano mio capitano

Visto che in questi giorni fioccano gli omaggi al nostro ex-capitano che appende le scarpe al chiodo, vorrei associarmi ricordando i momenti dei suoi quindici anni di Samp che più mi sono rimasti impressi. Vorrei allora che non ci dimenticassimo:

– l’ammonizione in Samp-Palermo

– il contributo decisivo alla cavalcata promozione

– quando dalla panchina urlò, da vero capitano, a Icardi che è un figlio di buona donna

– quando prese per il collo Palladimerda

– quando non andò a fare lingua in bocca con Maialetto prima del derby

– quando regalò a QWERTY il pallone che conserva gelosamente in tinello.

Grazie Capitano, per tutti questi momenti indimenticabili! Aspettiamo con impazienza la partita di addio al calcio: sarà una grande festa!

Rispondi

15 Commenti su "Capitano mio capitano"

Notifica per
Vanja
Utente

Di benedizioni nel tempo gliene ho dedicate tante e penso il mio pensiero su di lui sia molto chiaro. Mi limito a dire soltanto che negli ultimi anni, nell’ambiente, è stata una figura a dir poco ambigua…

L’unica cosa che digerisco poco è vederlo ancora accostato a noi.

Per concludere… era ora! Buona pesca!

Flying Fenders
Utente

Avere un capitáno come lui è un evento di quelli che non càpitano spesso, ci si augura. Buona pesca e buona doccia.

wpDiscuz