tifosiblucerchiati

Comunicato dei gruppi

Sono personalmente d’accordo su tutto. Ed è la prima volta che mi ritrovo a pensare ciò del presidente dell’U.C. Sampdoria.

———

CON NOI IL SIGNOR FERRERO HA CHIUSO

A Maggio del 2016, praticamente due anni dopo il suo insediamento alla presidenza dell’U.C. Sampdoria, stanchi di tutta una serie di uscite fuori luogo e di atteggiamenti incompatibili con il decoro che la sua carica dovrebbe imporre, siamo andati a chiedere al signor Massimo Ferrero che questi continui episodi finissero, che venissero da lui rispettati la storia, i colori, la tradizione e la tifoseria della Sampdoria. Lo abbiamo fatto di persona, su mandato di un’assemblea pubblica di tifosi Sampdoriani, lasciandoci con l’impegno a rispettare questa richiesta.

Oggi, a due anni di distanza, e senza dimenticare uno striscione in gradinata che lo invitava a non parlare se non conosce la nostra storia… prendiamo atto che tale impegno é venuto meno, con frasi ingiuriose, persino con velate minacce, e peggio ancora con un invito a “starsene a casa” per aver espresso un legittimo e largamente condiviso rammarico per l’epilogo della stagione che va a concludersi.

Pertanto con noi, quelli che quando viene bene sono il 12esimo uomo in campo, quelli che sono la più bella tifoseria del mondo, il signor Ferrero ha chiuso. Non ci rappresenta né ci rappresenterà più in nessuna maniera.

Due precisazioni:
-La rottura col sig. Ferrero non coinvolge in nessuna maniera i collaboratori della Sampdoria, che svolgono con professionalità il loro mestiere, che stimiamo e che siamo certi si sentano allo stesso modo colpiti da questi comportamenti inaccettabili
-Le forme di dissenso che adotteremo NON avranno come teatro lo stadio di Marassi o qualsiasi altro stadio in cui sia impegnata la Sampdoria. Questa faccenda non può e non deve nuocere alla squadra, in nessun caso e per nessun motivo.

Chiediamo a tutti i Sampdoriani che desiderano approfondire l’argomento di presenziare alle ore 21:00 di Martedì 22 Maggio presso Sala Chiamata del Porto.

Cattivi Maestri
Fedelissimi
Federclubs
Fieri Fossato
Molesti
Struppa 86
Ultras Tito
Valsecca

42
Rispondi

25 Discussioni
17 Risposte
0 Abbonati
 
Commento con più reazioni
Discussione più calda
16 Autori dei commenti
GecodallastellaallastallaEuro-SirQWERTYroberto81 Autori di commenti recenti
  Sottoscrivi  
Notifica per
Euro-Sir
Staff

Anche io sono completamente d’accordo con il comunicato dei Gruppi. Se abitassi ancora a Genova, martedì andrei alla Sala Chiamata del Porto.
Invito chi può presenziare a farlo, credo sia importante.

P.S.: ho condiviso anche il comunicato della Federclubs sui fatti di Samp – napoli.

Geco
Utente

Ho sempre cercato di “tifare” per questa proprieta’ anche nei momenti in cui mi e’ venuto difficile farlo ma non trovo nulla da eccepire in questo comunicato. Le scivolate peggiori questa proprieta’ le sta prendendo soprattutto su situazioni gratuite ed evitabili. Evidentemente manca la giusta sensibilita’ o peggio…. Spero che l’importante proposito di evitare contestazioni a Marassi o dove gioca la Sampdoria venga rispettato. Con la speranza che anche Bogliasco sia tra quei campi

Doc Holiday
Utente

Non so che dire. Le mie opinioni su Ferrero credo coincidano con quelle della stragrande maggioranza dei tifosi, ma il pensiero corrente fino ad oggi è stato quello di prendere maggiormente in considerazione quello che fa rispetto a quello che dice, e quindi sorvolare su tutto il resto, turandosi magari naso, occhi e bocca. Questo cambio di rotta mi preoccupa un po’, perché un dissidio aperto tra due delle tre componenti fondamentali della Sampdoria (sostenitori e proprietà) temo che si rifletterà negativamente sulla terza componente, la squadra.
Insomma, un presidente che non va bene o si riesce a cambiare con uno migliore oppure è un casino.

marcez
Utente

Il comunicato era scontato dopo i fatti di domenica, in cui Ferrero ha fatto quello che doveva fare per evitare guai grossi tipo la squalifica del campo e che paradossalmente invece ha accentuato la dicisione fra supporters e IL dirigente. In questo il tanto vituperato Giampaolo si è dimostrato più “uomo” di calcio (suscitando apprezzamenti anche dai suoi nemici). Il comunicato infatti chiarisce che l’obiettivo è solo lui e non la dirigenza in toto (che peraltro finora direi che ha lavorato bene).
Il personaggio Ferrero con le sue battute francamente ha stancato, funzionava all’inizio ma ora basta.
Ma più di tutto mi da fastidio il fatto che questo sia uno stipendiato della U.C.Sampdoria che, ovviamente, ha tutti gli interessi affinchè questa faccia utili per potersi riempire le tasche. Tutto lecito, per carità, ma la sola idea che questo metta al primo posto la parte economica al posto di quella sportiva (o che quanto meno non vadano di pari passo) me lo rende sgradito. Oltre, ovviamente, a tutte le uscite quotidiane su giocatori, allenatore, società, ecc …

uber
Utente storico

“Noi ci abbiamo creduto fino in fondo, mica giochiamo per pettinare le bambole. Ho investito centinaia di milioni, ho portato tanti campioni qui. Senza nulla togliere a Garrone, fate un passo quattro anni indietro e vedete chi era la Sampdoria prima. Il calcio è cambiato, io investo sempre. Adesso abbiamo investito su una struttura importante. Dite a questi signori che gli striscioni li metto io, perché se non capiscono niente se ne stessero a casa.”

Cos’era la Sampdoria senza Ferrero lo sappiamo bene (almeno noi).
Chi era Ferrero senza la Sampdoria probabilmente lo sa solo lui.
La prima cosa che gli si è chiesto è il rispetto, e quello è mancato da subito. Sono d’accordo con il comunicato dei gruppi.
Forza Sampdoria!

haas
Utente

Non sono d’accordo.
O almeno, sono d’accordo che ci abbia mancato di rispetto troppe volte, ma dire che chi canta cori razzisti sia uno scappato di casa mi sembra il minimo per un presidente (sempre meglio che delinguendi). Lui è spesso fuori luogo e troppo sopra le righe per i gusti di tutti, ma non sta facendo male. Che non volessimo andare in uefa passando dalla porta di servizio è stato sotto gli occhi di tutti, capisco sia contestabile, ma credo che in pochi, nella sua situazione, avrebbero fatto diversamente.
Non voglio ne lodarlo ne giustificarlo, è una persona di dubbio valore morale e che troppo spesso mi fa vergognare di vederlo con i nostri colori, ma è un “problema” che abbiamo dal giorno della sua presentazione. Ma se ripenso al terrore che avevo in quei giorni, col pensiero di avere un pecoraro come presidente, con la paura di fare davvero una brutta fine, direi che il bilancio è più che positivo.
Ripeto, non lo giustifico e non vedo l’ora che arrivi qualcuno di più serio, ma avrei paura, perchè a livello societario sono molto soddisfatto, a livello sportivo forse meno, ma continuo a vedere il segno positivo sul totale.
Non condanno i gruppi, hanno le loro ragioni e le loro motivazioni (che in linea di massima sono tutte condivisibili), ma non so a cosa possa portare questa rottura, in che modo possa migliorare le cose tra la società, la squadra e la tifoseria. Non mi nascondo, sono anni che mi limito a guardare, quindi non mi impossesso di un diritto di parola che non mi spetta e continuerò a limitarmi a guardare, ma sono un po’ più perplesso di voi…

Euro-Sir
Staff

La storia degli scappati di casa è esclusivamente un’interpretazione dei giornalisti che hanno intervistato ferrero, infatti nel comunicato non se ne fa menzione. La frase incriminata – che invece nel comunicato c’è – è quella riportata anche da Uber e cioè: “Dite a questi signori che gli striscioni li metto io, perché se non capiscono niente se ne stessero a casa.”
Da questo si capisce che quello che ha infastidito ferrero non sono i cori, ma lo striscione esposto in maniera sacrosanta dopo una stagione passata a sostenere ed incoraggiare la squadra anche dopo le prestazioni ignobili del girone di ritorno. Evidentemente le critiche a ferrero non piacciono, ma all’ennesima sparata contro l’unica componente che non ha mollato fino all’ultimo e in aggiunta a tutte le castronerie e le scempiaggini collezionate negli ultimi 4 anni… Beh, credo che questa conclusione fosse quasi inevitabile.

Geco
Utente

Sono importanti queste parole perche’ non mi sorprenderei che qualcuno provasse a stravolgere il significato di questo comunicato mischiandolo alla questione dei cori contro Napoli

Il_Duca
Utente

Oltre l’episodio cori/striscioni/dichiarazioni….era un bugna destinata a scoppiare prima o poi.
Eccoci
Figurarsi se ho la soluzione, spero banalmente, come tutti noi, che la cosa non abbia ripercussioni (troppo) negative sul DORIA

OTILLAF
Utente

Comunicato inevitabile, condivisibile in tutto o in parte, ma inevitabile.

chabal
Utente storico

Concordo.Il comunicato è solo la certificazione del rapporto con i gruppi e tanti tifosi.

James71
Utente

Comunicato che non fa una piega!!!
Secondo me domenica gli giravano a mille gli zebedei per l’accoglienza ricevuta quando voleva fare il salvatore della patria……..e ha commentato a caldo gli striscioni senza il “filtro paraculo” inserito.
Cerchiamo di convivere il meglio possibile per il bene dell’Unione Calcio Sampdoria.

roberto81
Utente storico

Che dire……anche io son dell’avviso che fosse solo questione di tempo. Che tipo di persona sia Ferrero lo si sa dalla famosa conferenza stampa di presentazione. Il vecchio proprietario ha garantito per lui…..magari nelal sua testa la garanzia riguardava la conduzione econimica della società e non tutto iò che ruota attorno alla Sampdoria…..bisogna capire cosa accadrà da ora in avanti e quale sarà la reazione di Ferrero (potrebbe essere ruffiana e paracula così come ancor più ignorante e disgregante di tutto quello che nel tempo ha fatto e dichiarato).
E’ una piega che in ogni caso non mi piace quella che si sta prendendo.