tifosiblucerchiati

I fischi a ma se ghe pensu

Sabato sera alcune decine di migliaia di sampdoriani ha fischiato una bellissima canzone genovese,per giunta dopo che lo speaker ha annunciato di voler rendere omaggio a tutti i presenti,non a caso per l’iniziativa del comune di Genova(per quanto discutibile)è stato invitato un tenore tifoso di un altra squadra che non fosse la Sampdoria o quella merda bicolor.
Che per colpa di pochi coglioni si poteva cadere nella trappola era prevedibile si doveva pensare prima ad una risposta unitaria fossero fischi silenzio o cantarla!
Avremmo dovuto fare una di queste cose ma tutti insieme e motivandola a priori!invece abbiamo commesso un clamoroso autogoal facendo una clamorosa figura di merda che speriamo serva d’esperienza per il futuro!
Per me non c’è un distinguo tra Genova e la Sampdoria,la Sampdoria è tale solo perchè è nata a Genova è la squadra di Genova ed è la squadra che rappresenta la citta!!
Io vorrei da sempre una gradinata uno stadio con vessilli di Genova mischiati a quelli blucerchiati,con striscioni stendarti in dialetto,con le note di canzoni genovesi suonate dagli autoparlanti prima di ogni partita perchè la nostra storia è tutt’uno con la vita di questa citta!!
La Sampdoria sintetizza uno degli elementi piu tipici e unici della genovesita come far si che il foresto o l’immigrato finiscano per amare e condividere la sua cultura diventandone parte integrante a chi forse ha capito Sampdoriano=antic1enuano=antigenovese un chiaro invito a riflettere……
Mentre mi aspetto che anche la tifoseria organizzata”ponga rimedio”

Rispondi

53 Commenti su "I fischi a ma se ghe pensu"

  Sottoscrivi  
Notifica per
yurisamp
Utente

l’ ultimo derby hanno fatto una coreografia con il simbolo di genova. NON è il loro simbolo, è il simbolo di Genova. Cerchiamo di rendercene conto subito perchè poi si creano dei falsi storici che sono difficili da confutare.

– E’ una falso che il Cenoa sia la squadra dei genovesi: è nata come la squadra degli immigrati inglesi che lavoravano al porto di Genova. Era infatti vietato ai genovesi, e più in generale agli italiani, giocare per quella squadra.
– E’ un falso che il Cenoa sia stata la prima squadra italiana. L’ atletica Torino era stata fondata nel 1891, la Pro Vercelli nel 1892.
– E’ un falso che il Cenoa sia nato con i colori rossoblù. Dopo aver cambiato diverse maglie, arrivarono alla rossoblù solo dopo che tali colori erano stati abbandonati dal Palermo calcio, e dopo che gli era stato vietato di continuare a giocare con i colori bianco-blu, dato che tali colori apparteneveno già ad un’ altra squadra: l’ Andrea Doria.
– E’ un falso che il grifone sia il simbolo di genova. Il simbolo di genova è lo scudo crociato, e la sua bandiera è la croce rossa in campo bianco. Negli anni il simbolo di genova è stato arricchito di particolari, nell’ ordine i due grifoni, la regia corona e il rostro alla base. Ma il simbolo di base è lo scudo.
– E’ un falso che il Cenoa ha sempre giocato a Marassi. Provate a chiedere ai bibini dove giocavano le loro partite prima della costruzione del Ferraris, sono convinto che non ne hanno idea. Dove oggi sorge il Ferraris, più di cento anni fa giocava l’ Andrea Doria.
– E’ un falso che lo stadio sia loro, in quanto comunale. Pagassero almeno l’ affitto…

belin mi sono acceso come un cerino! :giggle:

ahah post da 10 e lode in storia, chapeaux

sampinside
Utente

@zippao 222745 wrote:

questa è una cosa che mi fa incazzare di brutto, e mi fa incazzare ancor di più che nessuno la noti.

l’ ultimo derby hanno fatto una coreografia con il simbolo di genova. NON è il loro simbolo, è il simbolo di Genova. Cerchiamo di rendercene conto subito perchè poi si creano dei falsi storici che sono difficili da confutare.

– E’ una falso che il Cenoa sia la squadra dei genovesi: è nata come la squadra degli immigrati inglesi che lavoravano al porto di Genova. Era infatti vietato ai genovesi, e più in generale agli italiani, giocare per quella squadra.
– E’ un falso che il Cenoa sia stata la prima squadra italiana. L’ atletica Torino era stata fondata nel 1891, la Pro Vercelli nel 1892.
– E’ un falso che il Cenoa sia nato con i colori rossoblù. Dopo aver cambiato diverse maglie, arrivarono alla rossoblù solo dopo che tali colori erano stati abbandonati dal Palermo calcio, e dopo che gli era stato vietato di continuare a giocare con i colori bianco-blu, dato che tali colori apparteneveno già ad un’ altra squadra: l’ Andrea Doria.
– E’ un falso che il grifone sia il simbolo di genova. Il simbolo di genova è lo scudo crociato, e la sua bandiera è la croce rossa in campo bianco. Negli anni il simbolo di genova è stato arricchito di particolari, nell’ ordine i due grifoni, la regia corona e il rostro alla base. Ma il simbolo di base è lo scudo.
– E’ un falso che il Cenoa ha sempre giocato a Marassi. Provate a chiedere ai bibini dove giocavano le loro partite prima della costruzione del Ferraris, sono convinto che non ne hanno idea. Dove oggi sorge il Ferraris, più di cento anni fa giocava l’ Andrea Doria.
– E’ un falso che lo stadio sia loro, in quanto comunale. Pagassero almeno l’ affitto…

belin mi sono acceso come un cerino! :giggle:

FANTASTICO!!!! finalmente si sono chiarite una volta x tt le origini NON GENOVESI di quei bibini….

1 4 5 6