CALCIO-IN-GENERE

Italia sì, Italia no …

Prova d’orgoglio degli azzurri: è un disastro, ma vediamo i lati positivi.

Ventura passerà alla storia per qualcosa.

Magari cambia qualcosa.

Ora tutta la nazione da che Zenga porta una zemba mostruosa.

Magari cambia qualcosa.

Ci siamo tolti dalle palle Buffon.

Magari cambia qualcosa.

Aveva ragione Sconcerti: 3-1 e Svezia a casa. Partita facile.

Ma tanto non cambierà nulla.

Rispondi

37 Commenti su "Italia sì, Italia no …"

Notifica per
oldblucerchiato
Utente storico
Non era una partita difficile. Squadre scarse come la Svezia le trovi solo in quarta fascia. Loro erano altissimi e legnosissimi. Ci siamo adeguati. Potevamo far giocare el sharawy e Insigne, togliendo un Candreva che non ne ha presa una. Giocare rasoterra senza crossare perché ci passavano 20 cm. Invece tre difensori a fare fraseggio del cazzo, centrocampisti alla Darmian che mi ha fatto rimpiangere Pieri, giorgigno 10 minuti e scomparso. Immobile è un finalizzatore, segna se una squadra lo supporta ma evitando cross che hanno esaltato il mediocre Granqist. Insomma il ct non ne ha azzeccata una. Ed è riuscito nella titanica impresa di superare Lippi che nel 2010 ha fatto ultimo in un girone dove anche la Grumellese se la sarebbe giocata. Ma forse è un bene: alla fase finale avremmo fatto la figura del 2010, forse peggio. E qualcuno cominci a pensare che , con tutto rispetto,… Leggi il seguito »
Doc Holiday
Utente

Ventura ha dimostrato di essere un allenatore modesto (e non c’era bisogno di una riconferma di questo) e nemmeno troppo intelligente, visto che non ha capito che scegliere un modulo semplice e adeguato alle persone che aveva a disposizione sarebbe stato il minore dei mali.
Da qui a demonizzarlo ce ne passa, in quanto si inserisce senza particolari eccessi di colpa in un sistema nazionale (calcistico e non) che andrebbe completamente rifondato.

Geco
Utente
Secondo me e’ invece un buon allenatore con pero’ limiti caratteriali e mancanza di personalita’ che non gli permettono di andare oltre al Torino o al Bari. Gli ingredienti mancanti per la tempesta perfetta li hanno messi i senatori & co che se si fossero mai sognati di andare a dire a Conte con che modulo dovevano giocare avrebbero dovuto tenere il culo sotto ghiaccio fino ad oggi. Per quanto riguarda il sistema nazionale sento in questi giorni delle richieste di dimissioni a Tavecchio ancora piu’ grottesche di Tavecchio stesso (e ce ne vuole). Noi al bar possiamo anche dirci che Tavecchio si deve dimettere perche e’ andato male uno spareggio e non siamo al mondiale. Dagli addetti, ad iniziare dalla stampa, continuando con chi partecipa al consiglio federale per finire al CONI invece ci si aspetterebbe argomenti diversi. Non ho ancora sentito una sola voce mettere in fila con… Leggi il seguito »
Doc Holiday
Utente

Geco, un buon allenatore, a quel livello professionistico, non si misura solo per le capacità tecniche, ma anche e soprattutto per la personalità e la capacita di governare lo spogliatoio e di gestire le situazioni critiche. Circa la pochezza di tutto l’ambiente siamo pienamente d’accordo, e Tavecchio nel suo ruolo ne è la piena e conclamata manifestazione. Secondo me non c’è da trovare le argomentazioni per toglierlo, ma piuttosto c’è da ricercare le ragioni per avercelo messo.

Geco
Utente

Siamo d’accordo ma sei modesto, relativamente, se alleni per tutta la carriera una squadra di bassa classifica in Serie B. Se invece fai promozioni o qualificazioni alle coppe europee e trovi qualcuno che ti paga un milione l’anno sei modesto per modo di dire. Sul resto invece non sono d’accordo. A me Tavecchio basta sentirlo parlare per farmi venire l’orticaria ma da chi di dovere mi aspetto argomenti solidi e circostanziati altrimenti e’ solo un gioco a sfilarsi le poltrone che non porta da nessuna parte. Vorrei che qualcuno, se e’ in grado, metta in fila tutte le ragioni perche’ Tavecchio debba essere cacciato perche’ e’ proprio su quelle ragioni che bisogna basare un programma per ripartire. Oppure vogliamo trovarci tra due anni nella stessa situazione?

James71
Utente

Io non credo che si possa fare un elenco di motivi per cui tavecchio vada cacciato, invece ci sono infiniti motivi per cui si debba dimettere, a cominciare dalle infelici esternazioni, continuando con le ingerenze di lotirchio per finire a questa eliminazione.
Poi magari sta facendo grandissime cose in federazione che noi non sappiamo, ma per dignità e senso di responsabilità doveva lasciare.

marcez
Utente

Visto in che condizioni si trova il calcio italiano tutte queste grandissime cose se ci sono non si vedono.
Nessuno in federazione fa grandi elenchi (forse il solo Tommasi è un’eccezione) perchè se cade Tavecchio cade praticamente mezza federazione dato che ha l’appoggio di qualche club professionistico (pochi) ma con sè ha tutto il movimento dilettantistico che è quello che lo ha mandato lì dov’è ed è proprio quello che andrebbe rifondato da 0 perchè è da lì che arrivano i nuovi fenomeni del futuro e dove, in realtà, si assite ad un crollo della qualità di chi insegna in molte scuole calcio dato che già a livello di pulcini si cerca SOLO il risultato e non la qualità del gioco e la tecnica di base.

chabal
Utente storico

…OptyPoba…
Questo similRubagotti si incassa 5 stipendi tra deleghe e controdeleghe…coi risultati che abbiamo sotto gli occhi…
EVVIVA L ITAGLIA !!!
https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/11/17/carlo-tavecchio-un-presidente-da-cinque-stipendi-lespediente-del-numero-uno-figc-per-aggirare-le-regole-coni/3983189/

wpDiscuz